Team Italia FIPE partito per gli Europei

Otto gli azzurri che saliranno sulla pedana di Sofia. In palio la qualifica olimpica

Il Team Italia di Pesistica Olimpica è partito questa mattina da Fiumicino diretto a Sofia, in Bulgaria, dove lunedì 12 avranno inizio i Campionati Europei. Si tratta della penultima gara di qualificazione olimpica e quindi la penultima occasione per entrare nella top ten della ranking list e conquistare il pass per Parigi 2024: resta poi la World Cup di Phuket (THA) di aprile, gara obbligatoria in ogni caso per poter prendere parte ai Giochi. Otto gli Azzurri che vedremo sulla pedana a partire da lunedì, sei dei quali sono in corsa per i Giochi Olimpici di Parigi 2024; Giulia Imperio, Lucrezia Magistris, Sergio Massidda, Mirko Zanni e Nino Pizzolato, chiamati a fare del loro meglio per centrare la qualificazione, ai quali si aggiungono Celine Delia, Genna Romida Toko Kegne e Oscar Reyes Martinez. Con loro il Direttore Tecnico Sebastiano Corbu, coadiuvato dai tecnici Pietro Roca, Luigi Grando, Matteo Orecchini, Alessandro Spinelli.

Giulia Imperio, impegnata nella categoria 49 kg, è attualmente 12° con 185 kg e dovrà migliorarsi di almeno 6 kg per entrare nella top ten; Celine Delia, nella categoria 55 kg (non olimpica) affronta il suo primo europeo senior; Lucrezia Magistris dovrà incrementare i suoi 217 kg di almeno 5 kg per cercare di scalare la classifica nella categoria 59 kg, dove ora è 12°; Giulia Miserendino, attualmente al 13° posto nella categoria 71 kg non gareggerà a Sofia per il riacutizzarsi dell’infortunio occorso nella gara precedente e proverà la qualificazione a Parigi nella gara di Phuket. Esordio ‘tra i grandi’ per Genna Romida Toko Kegne, che sarà in gara nella (non olimpica) categoria 76 kg.

Sergio Massidda, già secondo nella ranking list nella categoria 61 kg, gareggerà insolitamente nella 67 kg (non olimpica) per evitare di sottoporre il suo corpo allo sforzo del calo peso; Mirko Zanni, in gara nella categoria 73 kg, dovrà cercare di conservare la sua attuale 9° posizione con 335 kg all’attivo da Yerevan, per non essere raggiunto dai tanti avversari vicinissimi a lui; Oscar Reyes Martinez, campione europeo e del mondo in carica nella categoria 81 kg, è chiamato a confermare il titolo anche sulla pedana bulgara; Nino Pizzolato, entrato nel ranking olimpica nella categoria 89 kg con i 380 kg sollevati a Doha, dovrà consolidare la sua posizione.

Le dichiarazioni – Sebastiano Corbu

“L’Europeo ha una sua valenza, andremo lì per fare il miglior risultato possibile anche in termini di medaglie. Questo è indubbio. Poi però c’è in ballo anche la qualificazione alle Olimpiadi per alcuni dei nostri atleti. Faremo del nostro meglio puntando a podi e medaglie considerando che ci confronteremo con nazioni leader in alcune categorie come la Bulgaria, la Romania, la Bielorussia, Israele e Polonia”.

Ecco gli orari degli Azzurri: